CLASSE-RIMINI 0-0

image00002

CLASSE (4-3-3): Bovo; Argelli (23′ st Gennari), Succi, Caidi, Valenza; De Rose, Ceroni, Guardigli;
Rocchi, Dall’Agata, Cortesi (23′ st Minardi). A disp.: Salvemini, Tirelli, Calandra, Baccarini, Trovato. All.: Evangelisti.
RIMINI (3-5-2): Scotti; Brighi, Righini (21′ st Loiodice), Gabrielli; Fabbri, Mani, Cola, Ricchiuti, Dolcini (8′ st Arlotti), Buonaventura, Cicarevic (39′ st Cecconi). A disp.: Mignani, Contarini, Signorini, Valeriani. All.: Mastronicola.
ARBITRO: Peloso di Torino.
AMMONITI: Gabrielli, Rocchi, Cola, Loiodice
NOTE: Spettatori 1.200 circa. Angoli: 4-4.

Finisce a reti bianche l’attesa sfida tra le due capolista del girone B del campionato di Eccellenza Classe e Rimini, giocatasi al “Benelli” di Ravenna. Prima frazione combattuta, ma avara di emozioni. Le uniche due azioni da annotare sul taccuino sono la punizione dai venti metri calciata da Cortesi al 12′, Scotti vola e toglie la palla dall’angolino, e la conclusione in mischia di Fabbri bloccata da Bovo, al 34′. Nella ripresa il Rimini prende in mano le danze, ma i padroni di casa si difendono con ordine e, oltre a bloccare tutte le fonti di gioco avversarie, si rendono pericolosi al 3′ con un doppio tentativo di Guardigli e De Rose, Scotti risponde presente, e una rovesciata di Rocchi al 37′ dal dischetto del rigore terminata alta. Il Rimini invece si fa vedere dalle parti di Bovo al 45′, con un bel rasoterra di Loiodice che sfiora il palo.
Nemmeno gli inserimenti di Loiodice e delle punte Arlotti e Cecconi sono serviti a sfondare il muro eretto dai ravennati, dopo tre successi consecutivi il Rimini si deve accontentare del pareggio.