SAN LAZZARO-RIMINI, LA VIGILIA DI MISTER MASTRONICOLA

Secondo impegno del trittico di inizio ottobre per il Rimini che, dopo aver superato tra le mura amiche il Cervia, domani sera sarà impegnato sul campo del San Lazzaro. Così mister Mastronicola alla vigilia del match. “Andiamo ad affrontare una squadra ben attrezzata, un gruppo che lavora insieme da tanti anni, dunque ben rodato, al quale ogni stagione vengono fatti degli inserimenti mirati. Il San Lazzaro davanti può contare su elementi come Tonelli e De Brasi, due punte molto pericolose e di categoria. Ma è una formazione che anche a centrocampo e in difesa dispone di giocatori di esperienza, da tenere in considerazione visto che lo scorso anno si è piazzata al quarto posto. Giocano inoltre tra le mura amiche, sono reduci da un successo esterno, per questo si tratta di un avversario da affrontare con il massimo del rispetto e della concentrazione”. Un passo indietro sulle positive indicazioni arrivate dal successo ottenuto domenica a spese del Cervia. “Come detto a caldo sono soddisfatto di quanto visto nel primo tempo, un po’ meno della ripresa tanto che con i ragazzi abbiamo analizzato determinati aspetti. La fase difensiva, dopo quattro giornate senza subire gol, è quella che al momento sta dando i frutti migliori. Dobbiamo proseguire su questa strada e cercare di fare ancora meglio. Il gioco dobbiamo farlo crescere in modo tale da far sì che quello che si è visto nel primo tempo lo si possa riproporre per tutti i novanta minuti, o quasi”. L’ultima battuta sull’atteggiamento più offensivo sperimentato nell’ultima uscita. “Abbiamo giocato con un modulo differente rispetto al recente passato, non vedo il motivo per cambiarlo a distanza di due giorni. Vogliamo andare a fare la partita e per farlo dobbiamo impostare la squadra in un certo modo. E’ chiaro che a seconda dell’andamento del match, e in considerazione delle diverse soluzioni che mi offrono i giocatori che ho a disposizione, abbiamo la possibilità di cambiare qualcosa a partita in corso”.