FAENZA-RIMINI 2-0

FAENZA (4-4-2): Lusa; Lanzoni, Melandri D., Piraccini, Gavelli; Melandri G. (44′ st Petrini), Dalmonte, Mordini, Errani; Nicolini, Negrini (38′ st Savioni). A disp.: Lega, Calamini, Franceschini, Teleman, Bentini. All.: Fiorentini.

RIMINI (3-4-1-2): Scotti; Brighi, Righini, Gabrielli; Signorini, Loiodice, Valeriani (22′ st Buonaventura), Dolcini; Ricchiuti (1′ st Gasparotto); Cicarevic, Arlotti. A disp.: Mignani, Albini, Giua, Mani, Carnesecchi. All.: Mastronicola.

ARBITRO: Leotta di Acireale.

RETI: 44′ pt Piraccini, 24′ st Dalmonte

AMMONITI: Signorini, Gavelli, Gasparotto, Lanzoni, Righini

NOTE: Spettatori 600 circa. Angoli 4-3.

Prima sconfitta stagionale per la capolista Rimini che, dopo un filotto di 5 vittorie consecutive, cade al “Bruno Neri” di Faenza. La prima emozione, dopo un avvio comunque combattuto, al 27′. Dolcini batte una rimessa laterale sulla trequarti, triangola con Arlotti e quasi dalla linea di fondo tenta la conclusione, Piraccini salva sulla linea dopo che la palla era passata sotto il corpo del portiere Lusa. Al 29′ gran numero di Cicarevic che, con un doppio dribbling, lascia sul posto il proprio marcatore e poi tenta il destro a girare che si stampa sul palo. Al 35′ la risposta dei padroni di casa con un bel sinistro di Errani dai venti metri, Scotti è attento e blocca a terra. Al minuto 41 Negrini appoggia per Gioele Melandri che lascia partire una conclusione di poco alta sopra l’incrocio dei pali. Tre giri di lancette più tardi i manfredi passano grazie a un sinistro di Piraccini, da fuori area, che si insacca alla sinistra di Scotti. L’acciaccato capitan Ricchiuti resta negli spogliatoi, al suo posto Gasparotto. Al 17′ Mordini mette al centro dalla bandierina, Nicolini spizza di testa e costringe Scotti al salvataggio in angolo. Al 24′ il Faenza raddoppia sugli sviluppi di una punizione battuta dalla trequarti da Errani, la difesa biancorossa respinge, Dalmonte raccoglie la sfera e con una potente conclusione batte l’incolpevole Scotti. Al 35′ Signorini mette bene in mezzo dalla linea di fondo per Buonaventura che per un soffio non riesce a trovare lo specchio della porta. Un minuto più tardi gran botta di Valeriani dalla grande distanza, Lusa respinge. Lo stesso Valeriani, al 40′, ci prova da lontano, l’estremo difensore manda in angolo.