RIMINI-SASSO MARCONI, LA VIGILIA DI MISTER MASTRONICOLA

mister-3-12

Dopo il rotondo successo ottenuto mercoledì sera con il Granamica, nel turno infrasettimanale, domani il Rimini affronta, sempre al “Romeo Neri”, la capolista Sasso Marconi avanti ai biancorossi appena una lunghezza (fischio d’inizio ore 14.30). Così mister Mastronicola alla vigilia del match clou della domenica. “Abbiamo voglia di affrontare questa sfida perché siamo decisi a dimostrare il nostro valore e desiderosi di confrontarci con la prima della classe per cercare, ovviamente, di scavalcarla. Ogni gara rappresenta per noi una prova perché con il Rimini tutti gli avversari moltiplicano le forze e danno qualcosa in più, a maggior ragione sarà così domani con la capolista. Per questo motivo, per fare bene, serviranno tutte le energie fisiche e mentali possibili. Faremo il possibile per batterli e tornare in vetta, qualunque sarà il risultato non sarà comunque una sfida decisiva dato che manca oltre un girone al termine del campionato”. Il tecnico biancorosso parla dell’avversario, capitanato dall’esperto bomber Alessandro Noselli. “Chi ha seguito il calcio negli ultimi anni è consapevole del valore di un giocatore come Noselli, un calciatore conosciuto da tutti, così come è Ricchiuti per noi. Non abbiamo comunque preparato la partita in funzione di Noselli perché il Sasso Marconi dispone di elementi di grande qualità come, ad esempio, Arbizzani, Tattini, Cortese o Longhi. Noi veniamo da una vittoria importante, dopo un periodo un po’ così, dunque mentalmente stiamo bene. Loro sono reduci da un successo arrivato al fotofinish, per questo saranno egualmente carichi. Sarà una partita tutta da giocare”. Il mister fa le carte al match. “Il Sasso è in grado di attendere e giocare di rimessa ma ha anche le capacità tecniche per giocarsela a viso aperto. Prevedo una gara molto intensa, con grande voglia di prevalere da entrambe le parti. Chi sarà più determinato e forse più ignorante ne verrà fuori”. L’ultima battuta è per Abdoul Guiebre, il primo rinforzo del mercato biancorosso. “Il diesse Tamai lo stava seguendo da tempo, abbiamo chiesto informazioni e sono sempre state molto positive. Poi lo abbiamo visto all’opera domenica e la sua prestazione ha convinto tutti, così la società lo ha portato qui per rafforzare la nostra rosa. E’ un giocatore che sa offendere ma anche difendere e ha buone qualità tecniche. Starà a lui giocarsi questa carta importante”.