PROGRESSO-RIMINI, LA VIGILIA DI MISTER MASTRONICOLA

mister 17-12

Ultimo impegno del girone d’andata per il Rimini che domani sarà di scena a Castel Maggiore, sul campo del Progresso (fischio d’inizio ore 14.30), con il chiaro intento di riscattare il ko patito una settimana fa a S. Agostino. L’analisi della vigilia di mister Mastronicola parte proprio da qui, nello specifico dalla differenza di atteggiamento, e di conseguenza di rendimento, tra le gare giocate al “Romeo Neri” e quelle disputate lontano dalle mura amiche. “Dobbiamo invertire la rotta ed essere consapevoli della necessità di lottare su ogni campo. Mentre in casa ci riesce più semplice sia imporre il nostro gioco che essere propositivi anche nelle difficoltà, fuori casa accusiamo le situazioni negative, anche il semplice fatto di subire due calci d’angolo consecutivi. In settimana ho parlato a lungo con i ragazzi di questo, a mio avviso non si tratta né di una situazione tecnico-tattica né fisica ma esclusivamente di un blocco mentale che una squadra che vuole vincere non può permettersi accada e nel caso tale situazione si verifichi deve succedere molto raramente”. L’attenzione del tecnico biancorosso si sposta sull’avversario di giornata. “Il Progresso è una squadra esperta, che dispone di individualità da tenere in considerazione specie dalla metà campo in su. Mi riferisco a Ballarini, Noschese, Di Candido, Tani o Malo. In mezzo ha giocatori esperti come Di Giulio, in difesa diversi elementi che hanno fatto tanta Serie D fino a qualche mese fa. Una squadra che sta giocando bene nonostante, probabilmente, abbia raccolto meno di quanto avrebbe meritato. Oltre che con l’avversario dobbiamo fare i conti con noi stessi, dobbiamo essere pronti a tutto e, soprattutto, attenti a tutto”. L’ultima battuta sull’impegno della capolista Sasso Marconi, a +1 sui biancorossi, con il Bellaria. “Se riuscissimo a girare davanti a loro sarei ovviamente contento ma sperare negli altri mi interessa poco. Cerchiamo prima di ottenere il massimo noi, poi andremo a vedere il risultato degli altri senza dimenticare che, dopo la gara di domani, ci sarà tutto il girone di ritorno da giocare”.