SAVIGNANESE-RIMINI, LA VIGILIA DI MISTER MASTRONICOLA

mister 6-1

Primo impegno di campionato del nuovo anno per la capolista Rimini, domani impegnata sul campo della Savignanese (fischio d’inizio ore 14.30). Così mister Mastronicola alla vigilia del match. “Quando si torna in campo dopo una sosta occorre calarsi immediatamente, sin dal primo secondo di gioco, nella realtà del campionato. In questo periodo abbiamo lavorato molto bene, soprattutto sul piano fisico. Non abbiamo registrato infortuni di particolare rilievo, i ragazzi hanno risposto egregiamente tanto è vero che sono tutti pronti ad affrontare questa sfida”. L’attenzione del tecnico si sposta sull’avversario. “La Savignanese è una buona squadra, un gruppo costruito negli anni sotto la guida tecnica di un allenatore che siede sulla stessa panchina da tante stagioni e conosce perfettamente la categoria. Mister Farneti è un tecnico che ha sempre fatto giocare bene le proprie squadre, la Savignanese è una di quelle formazioni che tenta sempre di giocare al calcio. Oltre che dai valori tecnico-tattici importanti, mi aspetto un avversario con tanta voglia di fare bene contro il Rimini anche perché è un gruppo che dispone di numerosi riminesi ed ex biancorossi, dunque avranno uno stimolo in più per metterci in difficoltà”. Inevitabile un commento sulla trasferta vietata ai tifosi residenti in provincia di Rimini. “E’ per me un grande rammarico, e lo stesso vale per i ragazzi e per la società perché i nostri tifosi hanno risposto sempre presente e per noi rappresentano quel valore aggiunto che tante altre squadre non hanno la fortuna di avere. Per questo motivo abbiamo piacere di averli sempre al nostro fianco. Domani non sarà possibile ma mi auguro sia la prima e l’ultima volta che ciò accade, giocare senza i tifosi non è la stessa cosa”. L’ultima battuta riguardo a quello che ieri sera, durante la riunione con i supporter, Giorgio Grassi ha definito “patto di ferro” tra società, squadra e staff. “Abbiamo stipulato questo patto avente il fine di dare ancora di più di ciò che abbiamo dato fino a questo momento. La società è pronta a non farci mancare nulla, come ha sempre fatto. Dal canto nostro cercheremo di tirare fuori quel qualcosa in più che ancora possiamo dare. L’obiettivo è raggiungere tutti insieme il traguardo”.