RIMINI-SAMPIERANA, LA VIGILIA DI MISTER MASTRONICOLA

mister 14-1

Dopo i successi corsari di Savignano e Massa Lombarda, quest’ultimo mercoledì è valso il pass per la finale di Coppa Italia, domani la capolista Rimini torna tra le mura amiche per affrontare la Sampierana (fischio d’inizio ore 14.30). Così mister Mastronicola alla vigilia del match. “E’ una di quelle sfide da affrontare con una freschezza mentale non indifferente, nel senso che la Sampierana ora si trova nei bassifondi della classifica ma nelle ultime stagioni ha sempre lottato per qualcosa di importante. E’ una squadra tosta, come visto all’andata, a maggior ragione lo sarà ora che ha bisogno di punti, di conquistare risultati positivi su qualsiasi campo. Noi dobbiamo esserne consapevoli e comportarci di conseguenza, trasformandoci in una squadra che ha fame di punti e di vittorie contro qualsiasi avversario”. Un concetto reso ancora più vero in considerazione del fatto che, d’ora in avanti, i punti peseranno ben oltre il peso specifico degli stessi. “Nel girone di ritorno le partite assumono un valore particolare per il semplice fatto che poi ne restano sempre meno da giocare, dunque i punti diventano sempre più pesanti. Ciò vale sia per noi che siamo davanti che per chi, come la Sampierana, ha la necessità di tirarsi fuori da una situazione complicata. Noi però vogliamo portare a casa la vittoria e su questo imposteremo la sfida, le nostre motivazioni devono essere superiori a quelle dell’avversario”. L’ultima battuta riguarda il duello al vertice con il Sasso Marconi, appena un gradino sotto i biancorossi. “Non penso al fatto che loro possano perdere qualche punto per strada, e lo stesso credo facciano i nostri avversari. Alla vigilia di ogni sfida parto dal presupposto che dobbiamo portare a casa il bottino pieno. Poi se dovessimo incrementare il nostro vantaggio tanto meglio, ma prima di ogni altra cosa pensiamo a far bene noi”.