CERVIA-RIMINI, LA VIGILIA DI MISTER MASTRONICOLA

mister 14-1

Dopo essersi portato a +6 sul Sasso Marconi, grazie al successo ottenuto mercoledì sull’Argentana e al contemporaneo ko interno degli emiliani con il Classe, domani la capolista Rimini è attesa dall’ostacolo Cervia. Al “Todoli” di Milano Marittima si gioca alle 14.30. Così mister Mastronicola alla vigilia del match. “E’ una gara che va affrontata con la massima attenzione e concentrazione, tenendo conto di ogni aspetto e senza tralasciare alcun particolare. E’ una di quelle partite che nasconde tante insidie, nelle quali hai tutto da perdere e nulla da guadagnare. Se pensassimo di averla già vinta prima di giocarla saremmo degli ingenui”. Il tecnico biancorosso si aspetta un avversario col coltello tra i denti. “Il Cervia ha cambiato diversi giocatori nel mercato di dicembre, portando in rosa elementi di grande spessore e di notevoli qualità. Hanno bisogno di punti per tirarsi fuori da una situazione complicata e sono una squadra che vende cara la pelle, come dimostrato nelle ultime uscite. Un avversario combattivo che, però, possiede anche buone doti tecniche. Dovremo affrontarli con grande determinazione e, come detto, senza lasciare nulla al caso”. Non preoccupa, invece, il manto erboso che potrebbe non essere in condizioni ottimali. “Siamo poco abituati a giocare sull’erba naturale, e non solo per le gare in casa, ma anche se il campo non dovesse essere al top sarà così anche per gli avversari. Anche se ci esprimiamo al meglio su terreni in buone condizioni nessun alibi, abbiamo altre qualità da sfruttare. E in ogni caso chi vuole ottenere qualcosa di importante non deve pensare a queste variabili”. L’ultima battuta riguarda il +6 in graduatoria. “La notizia del ko del Sasso, appresa a fine partita, ci ha fatto piacere, è ovvio. In questi due giorni di lavoro siamo però stati concentrati come se nulla fosse cambiato, come giusto sia. Sappiamo di non avere ancora fatto nulla, dobbiamo solo continuare su questa strada”.