RIMINI-BALDACCIO BRUNI, LA VIGILIA DI MISTER MASTRONICOLA

mister 14-1

Quasi nemmeno il tempo di smaltire l’acido lattico che domani, al “Romeo Neri”, il Rimini sfiderà il Baldaccio Bruni in occasione dell’andata degli ottavi di finale della Coppa Italia di Eccellenza (fischio d’inizio ore 14.30, il ritorno si giocherà ad Anghiari mercoledì 1 marzo). Così mister Mastronicola alla vigilia del match. “Ci siamo rilassati mentalmente domenica sera, dopo la vittoria ottenuta a Riccione. Da ieri abbiamo ripreso il lavoro per l’impegno in Coppa, sotto con la testa e con i piedi ben piantati a terra”. Il tecnico biancorosso non si fida dell’avversario. “E’ una formazione molto ostica, una squadra che subisce poco. Sono reduci da 9 risultati utili consecutivi e sono la seconda miglior difesa dell’Eccellenza toscana. Lavorano compatti, giocano corti e con grande aggressività. Un avversario da prendere con le molle”. Non manca una considerazione sull’orario di gioco. “Abbiamo provato in tutti i modi a posticipare il fischio d’inizio, anche assieme ai nostri avversari. Purtroppo non c’è stato nulla da fare”. L’ultima battuta riguarda l’importanza di conciliare gli impegni di campionato con quelli della Coppa. “Nonostante il +11 in classifica la strada è ancora lunga. Allo stesso tempo pensiamo che questa sia una competizione importante anche perché siamo agli ottavi di finale e desiderosi di confrontarci con una squadra di un altro girone e di un’altra regione. Devo tenere in considerazione tutto. Essendo un ottavo non manderò in campo una formazione sperimentale né, allo stesso modo, posso pensare di rischiare dei giocatori visto che mancano tante partite alla fine del campionato”.