FARO-RIMINI, LA VIGILIA DI MISTER MASTRONICOLA

Dopo il netto successo ottenuto una settimana fa a spese del Faenza, un 4-0 che ha portato a 12 le vittorie consecutive in campionato, domani la capolista Rimini sarà di scena al “Romagnoli” di Gaggio Montano, tana del Faro Coop. Così mister Mastronicola alla vigilia del match. “E’ un’altra partita che ci avvicina all’obiettivo, un match dalle mille insidie non solo per quanto riguarda il risultato ma anche per ciò che concerne il tipo di gara che potrebbe venire fuori. Il Faro è infatti squadra molto fisica, dotata di grande aggressività, una delle loro caratteristiche peculiari che nel campo amico spicca maggiormente. Sotto questo punto di vista mi aspetto una partita tosta ma noi vogliamo allungare la striscia di risultati positivi e per questo dobbiamo calarci immediatamente nella realtà della gara”. Con 14 lunghezze di vantaggio a 8 giornate dal termine del campionato il traguardo è sempre più alla portata dei ragazzi in maglia a scacchi. “L’obiettivo è quello, dobbiamo raggiungerlo a tutti i costi e vogliamo farlo nel più breve tempo possibile. Questo non vuol dire che una volta raggiunto staccheremo la spina. Ci sarà da programmare una stagione e ci sarà da lavorare, per quanto mi riguarda fino all’ultimo giorno chiederò ai ragazzi di impegnarsi in modo professionale come hanno sempre fatto sino a questo momento perché credo le basi della prossima annata si debbano gettare già da questo momento”. Il tecnico biancorosso risponde così sul proprio futuro. “Vivo quotidianamente il mio lavoro e con il diesse Tamai mi vedo e mi sento tutti i giorni ragionando, oltre che sul quotidiano, anche di ciò che può essere il futuro. Ancora, però, non ci siamo seduti a tavolino per mettere il cosiddetto nero su bianco. La volontà da parte della società credo ci sia, così come c’è da parte mia. Al momento, però, non è una priorità perché il mio primo pensiero è vincere questo campionato. Quando poi la società deciderà di convocarmi sarò a disposizione”.