MISTER CINQUETTI: “SUCCESSO FRUTTO DELLA CRESCITA DEL GRUPPO”

cinquetti

“Un importante anno di crescita”. Così mister Giordano Cinquetti nel commentare il trionfo dei suoi Allievi nel campionato interprovinciale di categoria arrivato domenica scorsa, con due giornate di anticipo, grazie alla vittoria nello scontro diretto con l’Accademia. Un traguardo raggiunto grazie a una cavalcata che, a due gare dal termine, parla di 24 successi e 4 pareggi.  “L’aspetto più importante della stagione è l’aver visto crescere il gruppo, il successo finale ne è la conseguenza. Rispetto a quando abbiamo cominciato tutti i ragazzi hanno fatto progressi tangibili sia dal punto di vista fisico che sotto l’aspetto tecnico e tattico. E’ stato il loro primo anno negli Allievi, vengono tutti dai Giovanissimi, dunque nella prossima stagione avranno l’opportunità di migliorarsi ancora”.  Niente male se si considera che in estate il progetto Rimini, settore giovanile compreso, è ripartito da zero. “All’inizio, per ovvie ragioni, non è stato facile anche se, rispetto ad altre nostre formazioni, sono stato più fortunato perché ci siamo ritrovati a ranghi ridotti solo in due o tre occasioni. E’ chiaro che il poter disporre di una rosa più ampia è sempre preferibile per molteplici ragioni ma il lavoro svolto da Valter Berlini e dalla società in questi mesi merita di essere sottolineato”. Nonostante l’ennesimo successo della carriera alla guida di una formazione giovanile, salvo infatti un anno nella Berretti del San Marino Giordano Cinquetti ha sempre condotto i propri ragazzi alla vittoria, l’autoreferenzialità è concetto totalmente sconosciuto nell’essere del tecnico. Avere risposta su quanto ci sia dell’allenatore in questo titolo risulta, dunque, praticamente impossibile. “Non spetta a me dirlo, voglio però ricordare il prezioso lavoro svolto dall’allenatore in seconda Ivan Pazzini, dall’accompagnatore Mirco Bellavista e dal preparatore dei portieri Angelo Venturelli. Personalmente sono naturalmente contento, soprattutto lo sono per i ragazzi perché ho visto che sono una squadra e che hanno sempre cercato di mettere in pratica il lavoro svolto in settimana. Mi auguro proseguano su questa strada, con costanza, testa e passione. Solo in questo modo avranno la possibilità di crescere e migliorarsi ulteriormente”.