IERI SERA LA FESTA BIANCOROSSA AL COCONUTS. GRASSI: “CON L’AIUTO DELLA CITTA’ SERIE A IN 10 ANNI”, PAESANI: “L’OBIETTIVO E’ QUELLO DI CRESCERE INSIEME”

L’unione fa la forza, insieme sarà possibile raggiungere grandi traguardi. Questo, in buona sostanza, il messaggio emerso dalla festa biancorossa che si è svolta ieri sera al Coconuts, organizzata per suggellare il recente accordo di collaborazione tra il Consorzio del Porto, l’associazione che raggruppa gli imprenditori operanti in una delle aree più storiche e suggestive della città, e il Rimini F. C.. Il primo a prendere la parola è stato Lucio Paesani, presidente del Consorzio, che ha spiegato come sia nata la sinergia con il Rimini F. C. e quali siano gli obiettivi della partnership. “Della società mi ha colpito la serietà, così come ho apprezzato lo slogan ‘Un altro calcio è possibile’ – ha affermato Paesani -. Aggiungerei è il solo calcio possibile, non è pensabile tutto sia sulle spalle di una sola persona. Per questo, come Consorzio, abbiamo inteso dare un segnale alla città e impegnarci al fianco della società biancorossa”. Paesani ha poi anticipato una delle prime iniziative che verranno realizzate assieme al Rimini F. C. “Abbiamo intenzione di raccontare il nostro territorio, le sue bellezze e le proprie peculiarità, sull’esperienza di quanto venne fatto alcuni anni fa proprio dal Rimini. Per questo daremo vita a delle attività promozionali nelle città che ospiteranno le gare della nostra squadra. Un modo per raccontare chi siamo e creare sempre maggiore  interesse nei confronti di Rimini, intesa nella sua globalità. Vogliamo crescere e ci piacerebbe farlo assieme alla squadra della nostra città”. La palla è poi passata a Giorgio Grassi, l’ideatore del progetto del nuovo Rimini. “Dopo la bella collaborazione nata con gli amici di Zeinta di Borg, questo nuovo e importante rapporto con il Consorzio del Porto mi induce a pensare che qualcosa si stia finalmente muovendo. Rispetto al passato tante realtà imprenditoriali del territorio guardano con attenzione al Rimini, credo si stiano creando le condizioni per non essere più soli a portare avanti un progetto”. Grassi non ha poi nascosto la propria ambizione. “L’obiettivo non è solo la Serie C, l’obiettivo è arrivare in Serie A entro 10 anni, se non saremo soli ce la faremo. Rimini è una città di serie A e non è pensabile non abbia una squadra che militi nella massima serie”. Alla presentazione dell’accordo è seguito il ricco buffet preparato dallo staff del Coconuts e il momento conviviale allietato da tanta buona musica. La serata si era aperta con la visita dei dirigenti, dei giocatori e dello staff tecnico biancorosso alla grande ruota panoramica di piazzale Boscovich, un tour che ha dato a tutti la possibilità di ammirare la città, la Riviera e l’entroterra da 55 metri d’altezza, dunque da una prospettiva decisamente ricca di fascino. La truppa biancorossa aveva poi fatto tappa al Rivergreen Golf, il primo eco-mini golf d’Italia a due passi dal mare dove i biancorossi, mazza alla mano, hanno avuto modo di misurare le proprie abilità nei due percorsi di 18 buche tra laghi e cascate.


serie a in 10 anni